L’educazione alimentare nella MTC

L’educazione alimentare nella MTC
L’educazione alimentare nella MTC
La consapevolezza della grande influenza dell’alimentazione sulla nostra salute in occidente è molto meno sviluppata che nella Medicina Tradizionale Cinese (MTC). In base ai precetti classici della MTC all’inizio di una terapia vi sono prima di tutto i consigli nutrizionali del medico. Spesso, si dice, basterebbe seguire queste regole per aiutare il paziente – senza altri provvedimenti come l’agopuntura o la prescrizione fitoterapica. Anche nell’educazione alimentare uno dei cinque pilastri della MTC ha come obiettivo l’armonizzazione dell’energia vitale che riveste un ruolo centrale. In questo caso i principi della dietetica superano di gran lunga la selezione dei generi alimentari. Di fondamentale importanza altresì è il modo in cui i cibi vengono preparati, gli orari e le modalità di assunzione degli alimenti, le peculiarità individuali e le bevande.

Lo Yin e lo Yang nell‘alimentazione

La convivenza armonica dello Yin e Yang mantiene l’uomo in buona salute, secondo la filosofia della MTC. L’alimentazione contribuisce in maniera determinante nel far sì che ogni alimento corrisponda o allo Yin o allo Yang oppure ad uno stato neutro e agisca in modo corrispondente sull’organismo. In linea di principio ogni pasto dovrebbe avere sia parti Yin che Yang anche se in base alle circostanze di vita o alla costituzione fisica c’è una parte o l’altra che può prevalere in modo mirato per compensare degli squilibri. Lo Yin è simbolo di freddo e liquido, lo Yang di caldo e secchezza. Molti frutti nostrani ed esotici, pomodori, cetrioli e latticini appartengono allo Yin, mentre la carne e il pesce, le noci, lo zenzero e la maggior parte delle spezie appartengono allo Yang. Sono alimenti neutri, tra tutti, i cereali, i legumi e le patate. La scelta degli alimenti può essere usata consapevolmente per rafforzare uno dei due aspetti. Inoltre, il consiglio della MTC in caso di clima caldo è di assumere più alimenti Yin e in inverno invece, di prediligere i cibi Yang.

Gli orientamenti del gusto e i cinque elementi

Nella MTC anche il gusto degli alimenti svolge un ruolo essenziale, in quanto da esso derivano gli effetti principali sull’energia vitale Qi.
  • piccante: questi alimenti sciolgono i ristagni e rafforzano il Qi.
  • dolce: gli alimenti dal gusto dolce hanno un effetto armonizzante e dolcemente attivante per il Qi.
  • acido: questi alimenti hanno effetto astringente e sono piuttosto neutri quanto ad energia.
  • salato: questo orientamento del gusto ha spesso a che vedere con l’acqua e ha un effetto corrispondente piuttosto addolcente e riducente sul Qi.
  • amaro: i cibi amari riducono il Qi. Anche il sistema dei cinque elementi viene preso in considerazione nell’educazione alimentare.

Un pasto può dirsi equilibrato se i suoi diversi ingredienti possono essere attribuiti a tutti e cinque gli elementi. In tal modo dovrebbero essere supportati in modo ideale tutti gli organi e i cerchi funzionali.

Preparazione e circostanze esterne dell’assunzione di cibo

Non è solo il „cosa“ bensì anche il come dell’alimentazione che influenza la salute. I cibi crudi hanno un effetto rinfrescante e sottraggono al corpo Qi mentre i cibi stufati posseggono un altro grado di Yang. Quanto più un alimento è elaborato industrialmente, tanto inferiore è il suo valore energetico. Lo stesso vale per gli alimenti congelati. È essenziale assumere i pasti con regolarità e calma senza occupazioni collaterali come la lettura o la televisione. Affinché il processo digestivo inizi già nella cavità orale, è importante masticare a dovere. È l’unico modo in cui l’energia Qi può essere estratta dall’alimento. I ritmi del giorno, le stagioni e anche della vita decidono sull’alimentazione – ad es. I bambini piccoli hanno bisogno dal punto di vista energetico di un’altra alimentazione rispetto alle persone più anziane. Di solito si consiglia di non bere prima, durante e subito dopo i pasti per non influenzare il lavoro dei succhi gastrici. Le bevande fredde inoltre hanno un effetto negativo sul processo digestivo