Patologie dalla A alla Z


Stitichezza

La stitichezza, come tutti i problemi intestinali, non deve essere presa sottogamba. Può sicuramente succedere che a volte, per i motivi più svariati, l'intestino "si prenda una pausa". Ad esempio, molte persone hanno difficoltà ad evacuare in modo regolare quando viaggiano, a causa di un ambiente a cui non sono abituati. In questi casi, però, il problema si risolve in modo spontaneo nel giro di pochi giorni. Anche alcuni "peccati di gola" possono influire sull'intestino e disturbare il normale processo digestivo.

Tuttavia, sintomi come una defecazione quotidianamente sotto sforzo e una costipazione cronica richiedono un trattamento specifico perché, in caso contrario, le tossine create dal processo metabolico restano troppo a lungo nel corpo e lo danneggiano. Se la diagnosi ha escluso patologie preesistenti, in questo caso soprattutto l'ipotiroidismo, è possibile ottenere risultati incoraggianti seguendo regole semplici ma importanti, che permettono di proteggere la salute dell'intestino. È necessario fare pasti regolari che includano cibi ricchi di fibre, mangiare con calma e masticare a fondo. Inoltre, è altrettanto essenziale svolgere attività fisica tutti i giorni e assumere un apporto sufficiente di liquidi. I funghi medicinali sono molto indicati come integratori, poiché sono ricchi di fibre che stimolano la digestione.
 

Funghi medicinali per la regolazione naturale della funzione intestinale


Hericium
Il fungo medicinale più importante per la salute del tratto gastrointestinale è l'Hericium, che rafforza le mucose dell'apparato digerente e stimola la produzione degli acidi fondamentali per la scomposizione e il metabolismo dei cibi. È utile inoltre il suo effetto adattogeno sulla psiche, soprattutto sulle persone che soffrono di nervosismo a causa della stitichezza.

Coprinus
Il Coprinus è noto da tempo perché agisce in modo positivo e stimolante sul processo digestivo. Essendo molto ricco di lectine, può regolare e attivare numerosi processi metabolici del corpo.

Pleurotus ostreatus
Il Pleurotus ostreatus è in grado di favorire la ricostruzione della flora batterica naturale, stimolando così l'attività dell'intestino e riequilibrando la digestione.

I nostri consigli sull’impiego dei funghi medicinali non intendono sostituire le cure di un medico o naturopata. L’assunzione di farmaci o le terapie in corso non dovrebbero essere sospese senza essersi prima rivolti al proprio medico o naturopata.