Patologie dalla A alla Z


Patologie neurologiche

Le patologie del sistema nervoso possono manifestarsi secondo modalità estremamente diverse tra loro, per cui la sindrome del tunnel carpale appartiene a questa categoria tanto quanto l'emicrania, la sclerosi multipla o la demenza. Analogamente, anche le diagnosi e le terapie conseguenti si differenziano molto tra loro.

La regola di base, però, rimane la stessa: il sistema nervoso è molto sensibile e, in caso di malattie o lesioni, richiede tempi lunghi per rigenerarsi, poiché la divisione cellulare delle cellule nervose è un processo molto lento. Le patologie neurologiche sono spesso croniche e incurabili, perciò la misura terapeutica più importante consiste nell'arrestarne il decorso o almeno nell'influenzarlo positivamente.

In questa circostanza, il contributo attivo del paziente assume grande significato. I nervi danneggiati devono essere stimolati in modo da riacquistare le loro funzioni. La fisioterapia è quindi imprescindibile nel caso delle patologie del sistema nervoso periferico. Allo stesso modo, è di vitale importanza l'allenamento del cervello in quanto parte del sistema nervoso centrale, ad esempio dopo un ictus o nei pazienti affetti da demenza. Non va naturalmente trascurata un'alimentazione equilibrata e diversificata. Gli studi dimostrano, infatti, che soprattutto le vitamine C, E, B, i microelementi come lo zinco e determinati amminoacidi contribuiscono al funzionamento ottimale dei mitocondri, ossia i piccoli “operai” delle cellule nervose. Tossine come l'alcol e il fumo, al contrario, ostacolano l'apporto di sostanze vitali all'organismo.
 

Funghi medicinali contro le patologie neurologiche


Reishi
Con la sua combinazione bilanciata di preziosi principi bioattivi, il Reishi è utile per fornire al corpo un apporto sufficiente di tutte le sostanze essenziali per il metabolismo cellulare e quindi per il funzionamento del sistema nervoso. In questo modo, è possibile prevenire eventuali carenze che si esternano, ad esempio, sotto forma di problemi di concentrazione o parestesia.

Hericium
Gli scienziati giapponesi hanno dimostrato come la polvere di questo fungo medicinale contenga sostanze in grado di stimolare il fattore di crescita dei nervi. Ciò favorisce la rigenerazione delle terminazioni periferiche nelle patologie neurologiche e può essere d'aiuto nelle malattie nervose in generale.

Shiitake
Grazie alle sue caratteristiche adattogene e di stimolazione della circolazione sanguigna, lo Shiitake è indicato principalmente nelle emicranie.

I nostri consigli sull’impiego dei funghi medicinali non intendono sostituire le cure di un medico o naturopata. L’assunzione di farmaci o le terapie in corso non dovrebbero essere sospese senza essersi prima rivolti al proprio medico o naturopata.