Patologie dalla A alla Z


Mal di testa

Il modo in cui il mal di testa compare è tanto diverso quanto lo sono le sue cause. La sensazione di pressione, di puntura, di martellamento o di picchiettio in testa può essere dovuta a una patologia indipendente, come la comune cefalea di tipo tensivo o l'emicrania, oppure può essere sintomo di un'altra malattia, come ad esempio ipertensione, infezioni, patologie oculari o scompensi metabolici. Anche sostanze tossiche come l'alcol e i principi contenuti nei medicinali possono scatenare il mal di testa. È quindi necessaria una diagnosi completa e, specialmente nel caso in cui il problema si verifichi per la prima volta in modo improvviso e intenso, è opportuno rivolgersi ad uno specialista.

La cefalea di tipo tensivo, che di solito si manifesta in modo gravativo e diffuso, dipende in linea di principio da una tensione della muscolatura delle spalle e della nuca, che non viene irrorata a sufficienza, e si manifesta per esempio a causa di un'attività estremamente sedentaria. Un ruolo importante è inoltre ricoperto dalla condizione psicologica: è stato infatti provato come uno stress costante e l'incapacità di risolvere situazioni di conflitto possano causare questo tipo di cefalea.

I pazienti affetti da emicrania convivono con il dolore, tanto che i loro mal di testa, a volte estremamente intensi e per la maggior parte concentrati su un lato del capo, li debilitano del tutto. Gli attacchi di emicrania possono essere favoriti da determinati alimenti, dall'alcol, dai farmaci o da un apporto insufficiente di liquidi. Altre cause includono fattori psicologici e sbalzi ormonali. Un aiuto può venire dal miglioramento dell'irrorazione cerebrale e del metabolismo, oltre che grazie a tecniche di rilassamento e un'adeguata terapia del dolore.
 

Funghi medicinali contro il mal di testa


Reishi
Il Reishi è utile nel trattamento della cefalea di tipo tensivo e dell'emicrania grazie alla sua capacità di stimolare la circolazione. Alcuni dei suoi componenti hanno un effetto rilassante e riequilibrante sulla psiche, mentre i micronutrienti e i minerali rafforzano l'organismo e favoriscono la formazione di semiochimici naturali che alleviano il dolore. Questo fungo è consigliato contro tutte le condizioni di dolore cronico come alternativa che non presenta alcuna controindicazione e dall'efficacia duratura.

Shiitake
Anche lo Shiitake è in grado di migliorare la microcircolazione nella zona cerebrale e di aumentare l'ossigenazione cellulare. In questo modo, è possibile regolare il tono vascolare e intervenire sul disturbo funzionale all'origine dell'emicrania.

Auricularia
Questo fungo medicinale è utile soprattutto contro la cefalea di tipo tensivo, la quale si basa spesso su una circolazione imperfetta. L'Auricularia può migliorare la circolazione anche nelle strutture capillari più fini e ha un effetto fluidificante, tutti fattori che ottimizzano ulteriormente la stimolazione dell'irrorazione sanguigna.

I nostri consigli sull’impiego dei funghi medicinali non intendono sostituire le cure di un medico o naturopata. L’assunzione di farmaci o le terapie in corso non dovrebbero essere sospese senza essersi prima rivolti al proprio medico o naturopata.