Patologie dalla A alla Z


Incontinenza

Sono soprattutto le donne nella seconda parte della vita a soffrire di incontinenza, caratterizzata da una perdita incontrollata di urina. Nella maggior parte dei casi, la causa è la cosiddetta "incontinenza da sforzo" o "incontinenza da stress": in particolare quando si starnutisce, si tossisce, si ride, si pratica sport o si sollevano pesi si verifica una perdita di urina che non è possibile controllare. Nelle donne, ciò è di solito il risultato di un rilassamento della muscolatura del diaframma pelvico in seguito a gravidanza, menopausa, obesità o frequenti cistiti. La forte sollecitazione dei tessuti connettivi danneggia il meccanismo di chiusura dell’uretra.

Negli uomini, l'incontinenza è spesso legata a problemi di prostata, che ostacolano il normale svuotamento della vescica. Inoltre, dopo un intervento alla prostata, possono verificarsi disturbi al muscolo sfintere dell'uretra.

Cause più rare sono calcoli vescicali, patologie tumorali nella zona della vescica o dell’uretra, nonché malattie o lesioni neurogenetiche che limitano la funzione dei nervi responsabili dello svuotamento della vescica.

È possibile alleviare i disturbi rafforzando la muscolatura del diaframma pelvico tramite esercizi mirati, oltre che perdendo il peso in eccesso. Questa azione può essere supportata dai funghi medicinali e può portare a un evidente alleggerimento per i tessuti indeboliti.
 

Funghi medicinali per il rafforzamento della vescica


Coriolus e Cordyceps
Entrambi questi funghi medicinali vengono utilizzati tradizionalmente in caso di disfunzioni ormonali del muscolo sfintere dell'uretra, soprattutto per contrastare la carenza di estrogeni durante la menopausa. È stato inoltre dimostrato come siano in grado di riequilibrare i processi vegetativi.

Auricularia
L'Auricularia è strettamente legata ai tessuti connettivi. Un tessuto connettivo sano, insieme a un allenamento mirato a potenziare il diaframma pelvico, sono importanti per alleviare i disturbi provocati dall'incontinenza.

Reishi
Il Reishi è utile nei problemi di prostata. Ha inoltre un effetto di regolazione del sistema nervoso vegetativo, che beneficia di un sostegno soprattutto nell'incontinenza causata dallo stress.

I nostri consigli sull’impiego dei funghi medicinali non intendono sostituire le cure di un medico o naturopata. L’assunzione di farmaci o le terapie in corso non dovrebbero essere sospese senza essersi prima rivolti al proprio medico o naturopata.