Patologie dalla A alla Z


Emorroidi

Nessuno parla volentieri di questo argomento, eppure quasi la metà degli adulti si riconosce in alcuni di questi problemi: prurito, bruciore, essudazione o perdite di sangue rosso chiaro durante la defecazione. Con emorroidi si intendono i vasi sanguigni nei pressi dell'orifizio dell'intestino retto, che causano problemi quando il sangue si accumula al loro interno e non riesce a defluire indisturbato. Si formano perciò ispessimenti a forma di nodo e soggetti a infiammazione, che possono rompersi se sottoposti a pressione.

Le cause possono essere feci troppo dure, che portano ad un sforzo eccessivo, un'alimentazione povera di fibre, un apporto troppo ridotto di fluidi, una carenza di movimento, attività sedentarie e gravidanze. In generale, anche la debolezza dei tessuti connettivi favorisce l'insorgenza della malattia emorroidaria.

Il modo migliore per evitare il disturbo è regolarizzare la defecazione: in questo senso vengono in aiuto i funghi medicinali con la loro elevata percentuale di fibre e numerosi altri elementi preziosi. È inoltre necessario evitare l'eccedenza di peso e praticare giornalmente quanta più attività fisica possibile. Queste misure consentono di alleviare anche emorroidi già esistenti, se non troppo compromesse, nel qual caso l'unica soluzione è un intervento chirurgico.


Funghi medicinali contro le emorroidi


Coprinus
Il suo effetto antinfiammatorio rende questo fungo medicinale prezioso in caso di emorroidi. Esso favorisce inoltre una digestione regolare, previene la formazione di feci troppo pigre e dure e rilassa perciò i vasi sanguigni dell'intestino retto.

Reishi
Il Reishi stimola l'irrorazione e l'elasticità dei vasi sanguigni, oltre ad alleviare i processi infiammatori e il prurito.

Hericium
L'Hericium rappresenta un aiuto per tutte le malattie collegate all'apparato digerente, in quanto regola la digestione e rafforza la mucosa intestinale.

Auricularia
Questo fungo medicinale migliora la fluidità ematica anche nelle vene e contribuisce perciò a una più efficace circolazione sanguigna.

I nostri consigli sull’impiego dei funghi medicinali non intendono sostituire le cure di un medico o naturopata. L’assunzione di farmaci o le terapie in corso non dovrebbero essere sospese senza essersi prima rivolti al proprio medico o naturopata.