Patologie dalla A alla Z


Disturbi della menopausa

La menopausa (climaterio) non è una malattia. È infatti del tutto normale che la produzione dell'ormone estrogeno nelle ovaie diminuisca a partire dai 45 anni circa. Ciò porta ad alterazioni fisiche che, in alcune donne, si completano senza quasi che se accorgano; in altre sono molto evidenti e in una donna su tre causano disturbi che richiedono un trattamento specifico. Tra i sintomi percepiti come particolarmente spiacevoli si annoverano: ondate di calore, sudorazione improvvisa, sbalzi d'umore, vertigini, debolezza e secchezza delle mucose.

La terapia ormonale sostitutiva utilizzata abitualmente fino a qualche anno fa per le donne in menopausa, viene scelta oggi solo dopo un'attenta valutazione e in caso di sintomi molto gravi, poiché è troppo elevato il rischio di effetti collaterali. Tra questi, per esempio, una maggiore tendenza al cancro al seno, l’aumento di peso, edemi e problemi muscolari. L'alternativa è rappresentata dai cosiddetti fitoestrogeni, ossia sostanze vegetali simili agli ormoni, e dai funghi medicinali, che possono essere assunti senza controindicazioni anche per lungo tempo.

Per le donne in menopausa sono importanti, tra gli altri, fattori come un'alimentazione equilibrata e ricca di minerali, sufficiente attività fisica, un sonno ristoratore e l'inserimento di momenti di rilassamento regolari nel corso della giornata. Eventualmente, si può ricorrere anche a un supporto psicologico per non considerare la menopausa come una perdita della giovinezza ma come l'inizio di una nuova fase della vita, da trascorrere in modo altrettanto positivo. È infatti interessante notare come, nelle culture in cui non esiste l'ossessione della giovinezza, così diffusa nei nostri paesi, quasi nessuna donna soffre di disturbi legati alla menopausa.
 

Funghi medicinali contro i disturbi della menopausa


Reishi
L'impiego del Reishi durante la menopausa è dovuto al suo effetto tranquillizzante e rilassante sul sistema nervoso vegetativo. Questo fungo medicinale può contribuire ad alleviare sbalzi d'umore, insonnia, nervosismo e problemi cardiocircolatori, oltre ad agire sulle ondate di calore intensificate da stress fisico e psicologico. Il Reishi riduce anche le conseguenze negative della carenza di estrogeni sulla densità ossea.

Hericium
L'Hericium può essere utilizzato con efficacia per mitigare sbalzi d'umore, disturbi del sonno e ondate di calore. È inoltre in grado di contrastare l’alterazione della mucosa vaginale e vescicale causata dallo scompenso ormonale.

Cordyceps
Il Cordyceps esercita un effetto di regolazione sul sistema ormonale e può quindi essere molto d'aiuto nel climaterio. Per questo motivo si dovrebbe evitare di usare nello stesso periodo anche cerotti ormonali.

I nostri consigli sull’impiego dei funghi medicinali non intendono sostituire le cure di un medico o naturopata. L’assunzione di farmaci o le terapie in corso non dovrebbero essere sospese senza essersi prima rivolti al proprio medico o naturopata.