Patologie dalla A alla Z


Disturbi del sonno

Tutti hanno bisogno di un sano riposo, non solo per essere in forma e attivi di giorno ma anche per restare sani a lungo. Durante la perdita di coscienza, il corpo e la testa sono attivi in un modo tutto loro. Ad es. gli organi della digestione lavorano al massimo, la pelle e gli organi sensoriali si rigenerano, il cervello elabora informazioni. Le difficoltà ad addormentarsi e l’insonnia sono un disagio grave sia per il corpo che per lo spirito e dovrebbero essere presi sul serio. È assolutamente normale che qualche volta non si riesca a prendere sonno o si dorma male, ad es. in un posto diverso dalla propria camera da letto, dopo una giornata piena di emozioni o dopo un pasto abbondante.

La situazione diventa preoccupante quando ci si sveglia spesso di notte, si resta a lungo svegli oppure se, quando ci si mette a letto ci vogliono più di 30 minuti per addormentarsi. A quel punto è ora di cercare la causa e la soluzione per migliorare la qualità del sonno. A volte, bastano solo dei piccoli cambiamenti per vedere i risultati – in particolare l’adeguamento della temperatura ambiente (17-18 gradi sono l’ideale) o basta rimuovere gli apparecchi elettronici dalla stanza da letto.

Vi preghiamo di prestare attenzione ai farmaci che inducono il sonno: non riescono a riprodurre l’effetto riposante di un sonno sano. Le cliniche del sonno possono diagnosticare tra l’altro l’apnea notturna -spesso non rilevata – quindi l’interruzione della respirazione. È importante curarla in quanto la mancanza di aria può avere delle gravi conseguenze a lungo termine. Più spesso è il timore di passare un’altra notte insonne che ci tiene svegli – un cerchio vizioso che va interrotto. Ecco quando una consulenza psicologica può essere utile. Anche i funghi vitali in questi casi possono rivelarsi particolarmente efficaci.
 

Funghi vitali per i disturbi del sonno


Hericium
L‘Hericium ha comprovate proprietà equilibranti, mitiga gli stati di irrequietezza e contrasta una forte tensione interna che compromette l’addormentamento e il sonno tranquillo e duraturo.

Reishi
Il Reishi può avere un effetto armonizzante sia a livello corporeo che psichico. Il suo effetto regolatore sulla pressione sanguigna non è trascurabile, il che contribuisce molto a migliorare la qualità del sonno.
 
 

I nostri consigli sull’impiego dei funghi medicinali non intendono sostituire le cure di un medico o naturopata. L’assunzione di farmaci o le terapie in corso non dovrebbero essere sospese senza essersi prima rivolti al proprio medico o naturopata.