Patologie dalla A alla Z


Disturbi del metabolismo lipidico

I lipidi sono essenziali per l'organismo umano. Colesterina e trigliceridi sono addetti a diverse funzioni nel nostro corpo, rappresentano componenti imprescindibili di ogni membrana cellulare e offrono una fonte di energia affidabile in caso di necessità. La cattiva reputazione che li accompagna in campo alimentare dipende dal fatto che, la maggior parte delle persone, mangia quotidianamente cibi troppo grassi. A lungo andare, ciò ha effetti negativi: i depositi di grasso restringono i vasi sanguigni, con un rischio elevato di gravi patologie cardiocircolatorie. Al contempo, compaiono di frequente obesità, ipertensione e diabete di tipo 2, che aumentano ulteriormente il pericolo di incorrere in un infarto del miocardio o in un ictus.

I disturbi del metabolismo lipidico sono insidiosi, poiché per lungo tempo possono non causare alcun problema. Molto spesso però, si scopre per caso durante un esame ematico di routine che il colesterolo e/o i trigliceridi sono troppo alti, oppure che è alterato il rapporto tra le due lipoproteine HDL e LDL (nel linguaggio comune note come colesterolo "buono" e "cattivo").

È quindi necessario eseguire controlli regolari dei valori lipidici nel sangue, per poter intervenire tempestivamente in caso di bisogno. Un'alimentazione equilibrata, la perdita di peso e l'attività fisica sono aspetti importanti della terapia, uniti a una riduzione mirata dello stress, che porta ad un incremento della produzione di colesterolo. Alcuni funghi medicinali possono contribuire a regolare il metabolismo lipidico, per cui se ne consiglia l'utilizzo come integratori alimentari.


Funghi medicinali contro i disturbi del metabolismo lipidico


Shiitake
Questo fungo medicinale è apprezzato come regolatore generale del metabolismo lipidico, poiché stimola il trasporto dei grassi alimentari al fegato e favorisce la loro trasformazione in importanti sostanze strutturali delle cellule.

Pleurotus
Grazie alla crisina, componente principale di questo fungo medicinale e oggetto di numerosi studi, il Pleurotus è riconosciuto come fungo in grado di abbassare il colesterolo. Riducendo i valori lipidici nel sangue, esso è in grado di prevenire o rallentare l'evoluzione dell'arteriosclerosi.

Cordyceps
L'effetto antiossidante del Cordyceps è utile per abbassare valori lipidici eccessivi, in quanto un'ossidazione ridotta dei grassi ematici consente di prevenire danni cellulari.

Maitake
Il Maitake può diminuire l'immagazzinamento di grasso nei tessuti organici e contribuire perciò alla perdita di peso.

I nostri consigli sull’impiego dei funghi medicinali non intendono sostituire le cure di un medico o naturopata. L’assunzione di farmaci o le terapie in corso non dovrebbero essere sospese senza essersi prima rivolti al proprio medico o naturopata.