Patologie dalla A alla Z


Controllo della pressione sanguigna

La pressione con cui il sangue scorre nelle nostre vene ha un impatto decisivo sulla salute. Una pressione troppo bassa (ipotensione) può causare vertigini e stanchezza cronica, ma è da considerarsi innocua se paragonata alla pressione alta (ipertensione), molto più frequente. Quest'ultima ha spesso gravi conseguenze, tra cui arteriosclerosi, insufficienza cardiaca, patologie renali e oculari, infarto del miocardio e ictus.

L'aspetto particolare della questione è che, non di rado, una pressione troppo alta viene individuata solo casualmente durante un controllo di routine, perché l’interessato si sente in salute nonostante i valori siano ben oltre il limite consigliato. Tuttavia, è necessario agire tempestivamente, per cui è importante procedere al più presto con la ricerca delle cause. Purtroppo, in circa nove pazienti su dieci, non è possibile stabilire con certezza l’origine dell’ipertensione. È stato accertato che obesità, nicotina, alcol e sedentarietà facilitano lo sviluppo della patologia, benché altrettanto rilevante sia la condizione psicologica: la "pressione" non è, infatti, solo quella del sangue ma anche letteralmente quella che si prova nella vita di tutti i giorni. Considerato lo stress da prestazione e da aspettativa a cui si fa fronte in molti momenti della vita quotidiana, non è sorprendente che così tanti soggetti soffrano di questo problema.

Naturalmente, è importante la motivazione del soggetto a dare un contributo attivo a migliorare la propria salute, dato che è spesso necessaria una correzione non solo a livello fisico, ma anche psicologico. I funghi medicinali possono essere molto d'aiuto, poiché agiscono da regolatori dell'intero organismo. Essi consentono di ridurre il dosaggio dei farmaci per abbassare la pressione: un fattore estremamente importante visti gli effetti collaterali che molto spesso hanno sul corpo. In alcuni casi, proprio grazie ai funghi della salute, è perfino possibile abbandonare del tutto l’utilizzo dei farmaci.


Funghi medicinali per il controllo della pressione sanguigna

Shiitake
Trai numerosi effetti positivi riconosciuti allo Shiitake, c’è anche quello di abbassamento della pressione. Il fungo è inoltre in grado di regolare i valori del colesterolo contribuendo alla salute dei vasi sanguigni.

Reishi
La versatilità del Reishi lo rende adatto anche a controllare la pressione, sia quando è troppo alta che quando è troppo bassa. Il sistema cardiocircolatorio viene rafforzato e l'ossigenazione delle cellule migliorata.

Auricularia
Questo fungo medicinale contiene sostanze che contrastano la coagulazione del sangue e riducono le possibilità che si scateni un'infiammazione. Esso migliora il flusso del sangue nelle regione del corpo in cui sono presenti vasi già danneggiati e riduce il rischio di un coagulo.

Maitake
Da un lato, il Maitake ha un effetto diretto sull'abbassamento della pressione e, dall'altro, è un fungo medicinale molto utile nella perdita di peso, fattore che implica un miglioramento dei valori legati all'ipertensione.
 

I nostri consigli sull’impiego dei funghi medicinali non intendono sostituire le cure di un medico o naturopata. L’assunzione di farmaci o le terapie in corso non dovrebbero essere sospese senza essersi prima rivolti al proprio medico o naturopata.