Patologie dalla A alla Z


Borreliosi (malattia di Lyme)

La borreliosi, la malattia infettiva trasmessa dalle zecche più diffusa in Europa, è giustamente molto temuta: causa sintomi molteplici e durevoli che si manifestano nel corso degli anni, richiedendo quindi una terapia lunga e intensa. Se si viene punti da una zecca, però, non è il caso di farsi prendere dal panico poiché la probabilità di contrarre la borreliosi è solo del 5% circa e solo l'1% circa degli infetti sviluppa i sintomi effettivi della patologia.

Di norma è importante rimuovere la zecca, estraendola il più rapidamente possibile, e disinfettare la ferita, poiché più a lungo l'insetto resta a contatto con la pelle, maggiori sono le probabilità di infezione. La puntura deve poi essere monitorata per alcune settimane. A differenza delle punture piccole che provocano prurito, quella di zecca causa un arrossamento grande almeno quando il palmo di una mano definito anche "eritema migrante", poiché cambia la sua posizione sul corpo. Se dopo l'accertamento della diagnosi iniziale attraverso un esame del sangue si inizia immediatamente una terapia antibiotica, è possibile evitare future complicazioni come infiammazioni articolari e nervose. La borreliosi può essere combattuta adottando tutte quelle misure che rafforzano i meccanismi di autodifesa dell'organismo ed è qui che entrano in gioco i funghi medicinali.

È importante sapere che non esiste alcun vaccino contro questa malattia, a differenza della meningoencefalite verno-estiva (chiamata anche TBE, "Tick-borne encephalitis"), un'infezione virale diffusa in alcune regioni della Germania e dell'Europa, trasmessa anch'essa dalle zecche.


Funghi medicinali contro la borreliosi


Coriolus
Il Coriolus è molto utile nelle malattie infiammatorie e infettive: attiva in modo durevole le difese cellulari e vanta un sorprendente spettro d'azione contro numerosi batteri.

Cordyceps
L'efficacia del Cordyceps contro le infezioni batteriche è stata più volte dimostrata. In particolare, questo fungo medicinale, è in grado di stimolare l'intero sistema immunitario.

Hericium
L'Hericium può essere impiegato per contrastare le conseguenze neurologiche (neuroborreliosi) della malattia.

I nostri consigli sull’impiego dei funghi medicinali non intendono sostituire le cure di un medico o naturopata. L’assunzione di farmaci o le terapie in corso non dovrebbero essere sospese senza essersi prima rivolti al proprio medico o naturopata.