Patologie dalla A alla Z


Asma bronchiale

L'asma bronchiale è una patologia insidiosa. In termini medici, essa viene descritta come un'infiammazione cronica delle vie aeree, per cui i bronchi possono restringersi da un momento all'altro. L'ispessimento della mucosa e la formazione di muco causano forte insufficienza respiratoria, respiro sibilante e tosse secca con espettorato denso. Il restringimento delle vie aeree rende l'espirazione particolarmente difficoltosa, mentre la muscolatura bronchiale si contrae durante un attacco d'asma.

L'asma è provocata da una reazione eccessiva delle vie aeree a determinati stimoli interni ed esterni. Le cause scatenanti sono molteplici: nei bambini si tratta quasi sempre di una reazione allergica, ma anche infezioni, sovraffaticamento, disturbi psicologici, raffreddori, medicinali o sostanze nocive presenti nell'aria (gas di scarico, fumo di sigarette, vapori di solventi) possono portare a una crisi asmatica. Essa svanisce di solito nel giro di pochi minuti. In alcuni casi, peró, può durare ore, se non addirittura giorni: in questo caso si parla di "stato asmatico".

A seconda della causa, un attacco può avvenire durante o dopo uno sforzo fisico, ma non di rado chi ne è affetto viene colpito da una crisi respiratoria anche di notte. Per individuare la terapia migliore è importante analizzare con cura le situazioni in cui le crisi si verificano. L'asma allergica richiede un trattamento antiallergico completo: in generale, può essere d'aiuto una terapia respiratoria per inspirare più facilmente durante un attacco. Gli asmatici devono sempre portare con sé uno spray d'emergenza per rilassare i bronchi ristretti, nonché un documento in cui si dichiara che soffrono di questa patologia, i fattori scatenanti conosciuti, i farmaci che assumono e quali misure di pronto soccorso adottare in caso di crisi
 

Funghi medicinali contro l'asma bronchiale


Reishi
Il Reishi può essere impiegato come supporto alla terapia di tutte le forme di asma e in particolare dell'asma allergica. Esso contrasta la distribuzione di istamina, un ormone tissutale responsabile dello scatenarsi delle reazioni allergiche. In aggiunta, questo fungo vitale assicura una respirazione cellulare più efficace e una migliore circolazione sanguigna, oltre ad alleviare i processi infiammatori cronici.

Cordyceps
Il Cordyceps esercita un effetto stabilizzante sullo stato psichico del soggetto, che a seconda della durata e dell'intensità degli attacchi, può ricoprire un ruolo importante. La sua capacità di tranquillizzare ed equilibrare gli sbalzi d'umore aiuta a gestire la malattia in modo più determinato. È stato inoltre provato come il Cordyceps, analogamente al Reishi, è in grado di migliorare l'ossigenazione del sangue.

Agaricus blazei Murrill
L'ABM ha un'ottima reputazione come sostegno al trattamento delle allergie, in particolare di quelle che si manifestano nell'apparato respiratorio.

I nostri consigli sull’impiego dei funghi medicinali non intendono sostituire le cure di un medico o naturopata. L’assunzione di farmaci o le terapie in corso non dovrebbero essere sospese senza essersi prima rivolti al proprio medico o naturopata.