Patologie dalla A alla Z


Acidosi cronica

Un'alimentazione ricca di zuccheri e proteine, attività fisica insufficiente e stress costante: sono le condizioni di vita tipiche che, nella società moderna, si annoverano tra i fattori principali per l'insorgenza di un'acidosi cronica. Chi non cerca un equilibrio, rischia stanchezza e debolezza, oltre ad aumentare le possibilità di soffrire, ad esempio, di patologie articolari, disturbi cardiovascolari e cancro. Inoltre, se vengono costantemente assunti più alimenti acidificanti di quanti il corpo sia in grado di metabolizzare, aumenta di molto il rischio di sviluppare l'osteoporosi, a causa dell'elevato consumo di minerali. Anche i reumatismi, l'emicrania e il diabete sono legati all'acidosi cronica.

Gli acidi si creano nel corso del normale processo metabolico e devono essere scomposti dal fegato, dai reni, dalla cute, dai polmoni e dall'intestino, in modo che non si accumulino nei tessuti connettivi. Queste "scorie" sovraccaricano l'organismo e si formano soprattutto quando l'alimentazione è ricca di cibi acidificanti (per esempio carne, caffè e l'alcol) e povera di frutta e verdura.

Numerosi funghi medicinali sono noti per agire come una spugna, che assorbe grandi quantità di sostanze nocive e le espelle dal corpo. Per tale motivo vengono impiegati anche nella cura di intossicazioni da metalli, come il mercurio, il piombo o il rame. Tuttavia, i funghi medicinali, con il loro effetto basico, non sono di aiuto solo in questi casi drastici, ma anche nella cura di acidosi striscianti e croniche. Tale cura va assolutamente integrata con un cambiamento di alimentazione: è bene prediligere alimenti basici e assumere grandi quantità d'acqua per favorire al meglio il processo depurativo.
 

Funghi medicinali per il controllo dell'equilibrio acido-base
 

Cordyceps
Il Cordyceps stimola intensamente l'attività dei reni, attivando così uno dei principali organi emuntori. Inoltre, è in grado di innalzare il metabolismo basale, facilitando la scomposizione delle scorie accumulate.


Hericium
Questo fungo medicinale ha un effetto deacidificante sulla mucosa dello stomaco e dell'intestino. Anche la sua capacità di tranquillizzare il sistema nervoso vegetativo è utile nel caso di un'acidosi cronica, spesso alimentata dallo stress.
 

I nostri consigli sull’impiego dei funghi medicinali non intendono sostituire le cure di un medico o naturopata. L’assunzione di farmaci o le terapie in corso non dovrebbero essere sospese senza essersi prima rivolti al proprio medico o naturopata.