L'osteoporosi arriva in men che non si dica

Care lettrici, cari lettori,

un assottigliamento della sostanza ossea in una certa misura in età avanzata è normale. Nelle donne, tale processo può anche essere rafforzato da squilibri ormonali negli anni della menopausa. Certo, vi sono molti altri fattori che causano un'instabilità ossea precoce. Per rimanere attivi e in movimento più a lungo possibile si dovrebbe riconoscere precocemente la minaccia di osteoporosi e si dovrebbe supportare la salute delle ossa in modo mirato. Questa newsletter vi aiuterà a capire come il moto, l'alimentazione sana e i funghi medicinali possono aiutarvi a farlo.

Cordiali saluti
dalla Vostra GFV
 

Ossa sane per tutta la vita

 Prima di oggi le donne ultracinquantenni non sono mai state così sane. Molte si sentono non solo decisamente più giovani ma hanno anche un aspetto corrispondente. E anche il loro stile di vita si è modificato rispetto alle generazioni precedenti. L'attività sportiva, i viaggi e la formazione sono le basi di una motivazione di vita positiva. Tuttavia la pressione negativa aumenta quando il dolore alla schiena compare improvvisamente e diventa cronico, le gambe si fanno deboli e la conseguenza sono delle cadute accidentali che limitano la mobilità. Gli esperti avvertono: i dolori alla schiena a questa età dovrebbero sempre essere considerati un segnale d'allarme perché questo sintomo non specifico può essere la soglia che precede l'osteoporosi. In molti casi tuttavia, l'osteoporosi viene diagnosticata solo quando una semplice caduta provoca una frattura ossea.

Sulle tracce delle cause dell'osteoporosi

Accanto alla riduzione ossea a causa dell'età avanzata vi sono anche gli squilibri ormonali che, negli anni della menopausa, possono accelerare l'indebolimento delle ossa. Inoltre, determinati farmaci accelerano un iperfunzionamento della tiroide o della ghiandola surrenale oltre che patologie dello stomaco e dell'intestino, e il fumo e l'insufficienza di peso completano il quadro. La contromisura più sensata contro l'osteoporosi è la prevenzione precoce: un'attività sportiva regolare stimola il metabolismo osseo, allena la muscolatura dello scheletro e mantiene l'apparato motorio in piena efficienza. Un ruolo importante nella prevenzione dell'osteoporosi è svolto dall'alimentazione ricca di minerali. Ad esempio i fornitori ufficiali di calcio dai vegetali sono i broccoli, gli spinaci e la soia, molto più adeguati dei latticini. Per rafforzare la struttura ossea, la micoterapia impiega i funghi medicinali Shiitake e Maitake. Essi contengono i precursori naturali della vitamina D di cui il corpo ha bisogno per trasferire il calcio dagli alimenti alle ossa.

Rafforzare e alimentare i muscoli

Lo Shiitake ha inoltre una funzione di supporto alla mobilità dei muscoli e delle articolazioni. Anche il Reishi è da considerare in questo senso per via della sua influenza positiva su tutto l'organismo e sul rafforzamento della muscolatura. Non è un caso se questo fungo medicinale nella Medicina Tradizionale Cinese è considerato il „fungo della longevità“. In ogni caso dovete sapere: anche se la malattia fosse già insorta, delle cure mirate potranno risolvere molti problemi. Ad es. La somministrazione di calcio e vitamina D, associata ai funghi medicinali svolge un'azione coadiuvante alla terapia medica per mantenere quanto più a lungo possibile la stabilità ossea ancora residua.

Allenamento muscolare mirato per l'osteoporosi

Studi scientifici dimostrano che sport e moto in misura sufficiente possono prevenire e mitigare l'osteoporosi. Associato ad un'attività sportiva di resistenza, un allenamento muscolare mirato esercita forti stimoli sui muscoli dorso-lombari e sul collo del femore. In poco tempo si può così aumentare la densità ossea. Gli esercizi per il coordinamento dei movimenti rendono la deambulazione più sicura e aumentano il benessere fisico. Un allenamento costante riduce poi il rischio di un ulteriore assottigliamento della densità ossea.