Invecchiare ma restare giovani nella testa

Gentili lettrici, gentili lettori,

per quanto tutti noi sappiamo che il processo di invecchiamento è qualcosa di estremamente naturale, non siamo poi così disposti ad accettare che anche noi, non siamo esenti da qualche ruga sul viso, da articolazioni arrugginite e da molti altri fenomeni tipici dell'invecchiamento. Anche se lo faremmo volentieri non siamo in grado di arrestare l'età che avanza. Ciononostante: ognuno di noi ha le chiavi in mano per evitare di invecchiare precocemente. Da non dimenticare: il moto, l'alimentazione e la psiche. Questa newsletter vuole darvi preziosi consigli e presenta i funghi medicinali come rimedi antietà.

Cordiali saluti

La Vostra GFV

Scacco matto all'età che avanza

L'invecchiamento è un processo condizionato in parte dalla genetica che riguarda ogni essere umano sul nostro pianeta. Mettiamo l'accento su „in parte“. Vi sono diversi altri fattori come le condizioni ambientali in cui viviamo, la nostra alimentazione, la nostra propensione al moto e il nostro stato d'animo psichico che determinano profondamente da quando e soprattutto come invecchiamo. Ciò significa che ognuno può influenzare l'età che sente e anche piccoli accorgimenti possono ottenere grandi risultati. 

Un compito che dura una vita

La pelle mostra i segni dell'invecchiamento piuttosto chiaramente e ci lancia un messaggio univoco: anni di intensa esposizione al sole accelerano la formazione di rughe – ecco perché una buona protezione solare è d'obbligo. Anche una costante mancanza di idratazione affatica la pelle. In assoluto l'acqua per tutto il corpo è un vero elisir di vita: ogni cellula necessita di liquido sufficiente per un metabolismo ben funzionante che protegga a sua volta tempestivamente da un invecchiamento precoce. La famosa regola approssimativa „due litri al giorno“ dovrebbe essere messa in relazione al peso corporeo. 30 millimetri per chilogrammo sono più esatti e per una persona di 80 chili significano 2,5 litri anziché 2,0 litri. Prossima regola di base: fare movimento. Il cuore e la circolazione, i muscoli e le articolazioni necessitano di un'adeguata sollecitazione per far rimanere in forma il corpo a lungo come in giovane età. „Chi si muove vince“ è molto di più di un'espressione letterale. Infine, l'alimentazione assume un ruolo particolare poiché fornisce al corpo idealmente molte sostanze vitali ed antiossidanti. Un utile complemento è rappresentato dai funghi medicinali Reishi e Cordyceps.  

I funghi medicinali come supporto 

Il nome „Reishi“ significa tradotto „fungo dell'immortalità“, il che sicuramente è un po' esagerato ma chiarisce quali siano i punti di forza di questo fungo medicinale che vanta una lunga tradizione sia nella medicina cinese che in quella occidentale. Tra le sostanze contenute che sono state analizzate scientificamente vi sono soprattutto i polisaccaridi, gli antiossidanti e i triterpeni che rendono il Reishi un fungo così prezioso. Essi rafforzano le difese immunitarie proteggono le cellule, inibiscono i processi infiammatori e regolano i valori nel sangue. Anche un effetto lenitivo del dolore è stato dimostrato dal punto di vista farmacologico. Un altro importante fungo medicinale per la prevenzione dei processi di invecchiamento è il Cordyceos. In questo caso abbiamo un'elevata concentrazione di minerali, oligoelementi e vitamine e, in determinate circostanze può contribuire a combattere delle carenze. Questo fungo ha anche un effetto antiossidante molto particolare che fa in modo che radicali liberi potenzialmente dannosi per le cellule vengano inibiti nella loro azione.È stato scientificamente provato: gli ottimisti hanno un'aspettativa di vita maggiore rispetto a chi notoriamente vede tutto nero. Da cosa dipenda, non è ancora noto. Il solo fatto che i pessimisti forse tendono maggiormente ad assumere sostanze dannose per la salute come alcol e nicotina, non è una spiegazione sufficiente. È comunque noto che la produzione di ormoni della felicità regola la pressione del sangue, rafforza il sistema immunitario e attiva il metabolismo – e ogni cellula del corpo si rallegra di tutto questo. Conclusione: vale la pena di sorridere appena si può.