Cordyceps sinensis

Cordyceps sinensis
Cordyceps sinensis

Breve descrizione

Il fungo bruco deve la sua richiesta attualmente molto elevata alle scoperte dei pastori di yak tibetani; essi constatarono che gli esemplari al pascolo sull’altipiano avevano una resistenza maggiore e un’aspettativa di vita sensibilmente superiore rispetto agli altri animali tenuti altrove. Come causa si individuarono i piccolissimi funghi che crescono tra le erbe degli altipiani e che gli animali mangiano particolarmente volentieri. Nella medicina tradizionale cinese, il fungo bruco è presente da secoli come tonico ed è anche noto per i suoi effetti afrodisiaci.
 

Campi di applicazione comprovati

• per aumentare le prestazioni e la resistenza E
• per rinforzare il sistema immunitario E
• per eliminare disfunzioni sessuali e per accrescere la libido E
• per migliorare l’umore E
• per regolare le funzioni cardiache e respiratorie E
• per rigenerare i muscoli E
 

E = estratto (ad es. in capsule)
P/E = combinazione di polvere ed estratto

 

Altre denominazioni

Fungo bruco, Ophiocordyceps sinensis

Origine

• all’inizio cresceva sugli altipiani tibetani, oggi anche nella steppa alpina cinese e in alcune province dell‘India
 

Particolarità

Il fungo bruco è un tonico efficace. È sconsigliata l’assunzione di questo fungo in tarda serata per evitare disturbi del sonno.
Le informazioni su questa pagina sono di natura generale. Non costituiscono consulenza specifica per l'utilizzo dei singoli funghi medicinali e non possono sostituire tale tipo di consulenza. Rivolgersi al medico curante o a un naturopata per discutere del consumo di funghi medicinali a fini preventivi o terapeutici.